GUIDA ESPERTA

         IN

SAN PIETROBURGO



Guida esperta    

in San Pietroburgo

Russia







Godete bene!

Venezia del Nord oppure la perla del Mar Baltico; chiunque delle due denominazioni descrive questa citta magica. Romantica, attraente e profondamente colta, San Pietroburgo ha il museo forse piu spettacolare del mondo, l'affascinante Ermitage dove si alloggiano vicino a tre milioni opere d'arte. La via famosa di quattro chilometri di lunghezza, Nevskij Prospekt, e un buon posto come qualsiasi altro per cominciare la passegiata turistica con la cattedrale del San Isaac, l'immenso e barocco palazzo dl'inverno, il ponticello Anichkov con le sue statue famose ed il Monastero Alessandro Nevskij. Le notti bianche dell'estate, quando i giorni sono larghisimi (nel mezzo dell'estate non c'e appena notte), offrono molte ore di luce per conoscere la citta senza fretta.



San Pietroburgo e il museo all'aperto. E la citta dei bei parchi e musei famosi, templi maestosi e monumenti magnifici.

   Per cominciare vi raccomando scegliere fra i musei piu importanti, indispensabile  per scoprire San Pietroburgo.


Tour panoramico

 

Durante questo giro vedremo i piu bei posti storici di San Pietroburgo facendo qualche sosta. Fra altri monumenti architettonici bisogna menzionare la Piazza del Senato con il famoso Cavaliere di Bronzo, l'insieme architettonico della Punta dell'isola Vassilevskij, il Campo di Marte, la Piazza di Sant'Isacco, la Prospettiva Nevskij, La Cattedrale di San Nicola e l'Ammiragliato.

 

Sfinge trasferita da Egitto                                                Monumento a Pietro I, Cavaliere di bronzo

Fortezza di Pietro e Paolo

La Fortezza di San Pietro e San Paolo è il nucleo storico della città, è uno degli unici insiemi architettonici di Pietroburgo. Si trova propio nel centro del delta della Neva. Dal Sud questa isola è bagnata dal fiume e dal Nord – dallo stretto condotto di Cronwerk. Dietro l’ordine dello zar nell’isola delle Lepri il 16 maggio 1703 (secondo il vecchio stile) fu fondata la fortezza di San Pietro.

La Cattedrale di Santi Pietro e Paolo è il sepolcro di quasi tutta la dinastia Romanov assai collegata con San Pietroburgo. Nel 1725 ci era sepolto il fondatore di Pietroburgo l’imperatore Pietro Il Grande.

Ermitage

Dopo il 1917, quando il nuovo governo aveva istituito il museo “L’Ermitage Statale”, ad esso furono consegnati il Palazzo d’Inverno che non era più residenza del governo, nonché tutti gli altri edifici del complesso palazzesco – l’Ermitage Piccolo, Vecchio e Nuovo, più il Teatro dell’Ermitage.  Attualmente l’Ermitage Statale è uno dei più grandi forzieri dell’arte mondiale; in esso si custodiscono circa tre milioni di opere uniche. E’ prima di tutto la collezione più grande del mondo della pittura dell’Europa occidentale – ma l’Ermitage possiede anche magnifici campioni di cultura scita dai tumuli delle steppe del Mar Nero, un’ottima collezione di opere antiche e dell’arte del Vicino Oriente, centinaia di migliaia di notevoli opere dell’arte decorativa e applicata create da maestri europei e russi. Nello stesso tempo il complesso dell’Ermitage Statale, con i suoi sontuosi palazzi  ed interni creati nel corso di centocinquant’anni dai migliori architetti  rimane il monumento unico della cultura russa della seconda metà del ‘700 e dell’800.

    

Sant' Isacco

                  

E’ una delle più grandi del mondo tra le cattedrali a cinque cupole.L’altezza della sua cupola principale è di 101,5 metri, la superficie esterna è di 10862 metri quadri. La costtruzione della Cattedrale durò 40 anni, fra 1818 e 1858. L’addobbo maestoso del tempio comprende 170 opere pittoriche e 62 mosaici romani. E’ rivestita tutta di marmi russi e italiani. Non è per caso che talvolta la chiamano di Vaticano Pietroburghese.

 

   

San Salvatore

 

Il Tempio della Risurrezione di Cristo è una cosa preziosa nel pleno senso della parola. Tutti i materiali usati per costruirlo sono unici nel loro genere. L’interno del tempio si può paragonare con una cassa adornata internamente con le immagini sui soggetti del Vecchio e Nuovo Testamento. 

 

Il Tempio fu costriuito nel luogo dell’uciso dell’impertatore russo Alessandro II, ecco perché nell popolo è stato battezzato “ Il Salvatore sul sangue versato". 

 

 La storia dell’arte quasi non conoce i mosaici di tali dimensioni: 6000 metri quadri nell’interno e 1050 metri guadri sulle facciate.

  

Palazzo Yussupov

      Il Palazzo dei principi Jussupov sulla riva della Mojka è uno dei più celebri palazzi privati  di Pietroburgo.

Il casato Jussupov prendeva le sue origini dal murza tartaro Jussuf i figli del quale furono nel ‘500 assunti

al servizio di Ivan il Terribile. Negli anni 1830, dopo la morte

del principe Nikolaj, nello stabile sul lungomojka fu trasferita

da Mosca la sua enorme collezione artistica (dopo il 1917

svenduta o consegnata all’Ermitage). Ivi gli Jussupov

arredarono il teatro che subito ebbe la riputazione di uno dei

più bei teatri privati.

      Nella notte dal 16 al 17 dicembre 1916, meno che tre

mesi prima dell’abdicazione di Nicola II, Grigorio Rasputin

fu ucciso nel cortile del Palazzo Jussupov. Fra i complici di

Feliks Jussupov c’erano il Granduca Dmitrij Pavlovic’ e

deputato della Duma di Stato Puris’kevic’. La storia del

palazzo Jussupov come di una casa privata finì nel 1919 quando tutti gli Jussupov – in qualità di parenti e

famigliari dell’imperatrice-vedova Maria Fiodorovna - lasciarono la Russia. Oggi è uno dei musei più

interessanti della città.

Museo Russo e Museo Etnografico

 

Il Museo Statale Russo fu collocato nel Palazzo Mikhajlovskij dopo la sua ricostruzione e solennemente inaugurato nel 1898. Fra più di 300 mila oggetti appartenenti al museo ci sono icone della Russia antica, tele monumentali di Karl Briullov, Ivan Ajvasovskij, Ivan Scis’kin, le migliori opere degli avanguardisti russi. Uno dei più importanti musei artistici del mondo, esso è anche centro scientifico dove si studiano e si sistematizzano non solo l’arte russa del periodo prerivoluzionario, ma anche l’arte del periodo sovietico e della Russia di oggi. Attualmente esso è un  grande organismo che gestisce, oltre che il Palazzo Mikhajlovskij, il Castello di San Michele, Palazzo Stroganov ed il Palazzo dei Marmi.

 Il Museo Etnografico della Rusia, il cui

edificio aderisce al Palazzo Mikhajlovskij

dal lato est, fu fondato da Nicola II nel 895

come  Sezione Etnografica presso il Museo

Russo. Attualmente questo è uno dei più

grandi musei etnografici del mondo la cui

raccolta conta circa un mezzomilione di

oggetti. Le culture uniche nazionali sono

rappresentate al museo con gli articoli degli

artigiani della Russia Est-Europea, del

Settentrione Russo, della zona di Volga,

della Siberia, dell’Asia Centrale, del

Caucaso e Transcaucasia, delle zone

baltiche.

Monastero di Sant' Alessandro Nevskij

 

    L’ingresso del complesso monastico, circondato da mura, è costituito dalla Nadvratnaja cerkov’, la "chiesa sopra la porta" edificata da Starov tra il 1783 e il 1785. Del monastero Nevskij fanno parte tre cimiteri: quello di S. Lazzaro, il più antico della città, che ospita grandi personalità del mondo politico e culturale del ‘700 e dell’800 (tra gli altri Dostojevskij, Ciajkovskij, Musorgskij, Borodin); il cimitero di Tihvin con monumenti funebri di alto livello artistico, dedicati a musicisti e scrittori del XIX (tra gli altri Dostojevskij, Ciajkovskij, Musorgskij, Borodin) ; il Nikol’skoe, il cimitero della cattedrale della Trinità, la principale delle sette chiese situate nella cerchia delle mura. La cattedrale della Trinità (Ivan Starov, 1776-1790) è di gusto classico.L’interno sfarzoso offre un’Annunciazione di Mengs e copie di opere di Rubens, del van Dyck e del Guercino. La chiesa custodiva l’urna in argento con le reliquie di S. Alessandro, oggi esposta all’Ermitage. 

Incrociatore "Aurora"

Sulla Grande Nevka, proprio davanti alla Scuola della Marina militare dell’ammiraglio Nakhimov sta, ancorato per sempre, il celebre incrociatore Aurora” – rarissimo monumento dell’industria  navale russa della fine dell’800. Nel 1905 l’ “Aurora”  partecipò alla battaglia marittima di Tsussima, tragica per la flotta russa e che praticamente significava la sconfitta della Russia in guerra contro il Giappone. Assieme a due altri incrociatori l’ “Aurora” riuscì a rompere l’accerchiamento, e nel 1906 la nave tornò nel Baltico. Oggi l’incrociatore è protetto dallo stato: il 25 ottobre 1917 esso produsse il suo leggendario colpo di cannone dando così il segnale all’inizio della rivolta armata capeggiata dal Partito social-democratico operaio della Russia. 

Nota bene:

 - L'ingresso gratuito per i bambini di meno di 5 anni.

 - I prezzi ridotti per gli scolari e studenti.

Gli scolari sono i bambini da 5 a 16 anni. Gli studenti sono i giovani da 16 a 25 anni che hanno il libretto universitario internazionale.

per i contatti:

Recent Photos