GUIDA ESPERTA

         IN

SAN PIETROBURGO



Guida esperta    

in San Pietroburgo

Russia







                           I dintorni di San Pietroburgo

Pushkin - Tsarskoje Selo

Il nome storico di questa  Residenza estiva è Tsarskoje Selo che vuol dire “il villaggio degli Zar”. Si trova a 30 km a sud di San Pietroburgo, a Pushkin, località che prende il suo nome dal più illustre poeta russo che qui visse e studiò per alcuni anni.
            Il Gran Palazzo di Caterina si presenta in tutto il suo splendore cromatico: facciata azzurro brillante (lunga più di 300 metri), colonne bianche e cupole a cipolla dorate. Disegnato dall'architetto italiano Bartolomeo Rastrelli, la maggior parte degli interni restaurati risalgono ai tempi dell' Imperatrice Elisabetta, figlia di Pietro il Grande, e Caterina la Grande che aveva scelto di vivere in un' ala separata del palazzo. Tutti gli interni sono suntuosi e ricchi di arredi di ogni genere.

Una vera perla del Palazzo è la Stanza d'Ambra, chiamata l'ottava meraviglia del mondo, sparita durante l’occupazione nazista, ma rifatta dopo la guerra e inaugurata nel 2003 dal Presidente Putin e Cancilliere tedesco Shroder.

Il Parco è molto grande (300 ettari) e  ricco di specchi d’acqua, ponti e padiglioni decorativi. E’ estremamente curato. Nel breve autunno russo i colori rendono il paesaggio davvero indimenticabile.   

     

 

             parco residenziale                                                                   sala d'ambra

Pavlovsk

La residenza imperiale di Pavlovsk è vicinissima a Pushkin, si trova a 5 km.

Questi terreni furono donati al futuro Imperatore Russo Paolo Primo da sua madre Catarina la Grande..

            Il palazzo principale è elegantemente dipinto con colori tenui e nel cortile d’onore si erge la statua di Paolo I, idealmente abbracciata da due colonnati ellittici. L’interno è fastoso e particolare per il tipo di oggetti raccolti. Statue romane, collezioni di orologi, medaglioni, arazzi, vasi e porcellane orientali, servizi da tavola dell’epoca. Molto interessante la Galleria d’Arte: vi trovano posto un centinaio di tele, alcune delle quali opera di grandi artisti.

Anche qui un parco incredibile, sistemato all’inglese, fa da sfondo al nobile palazzo. Anche qui sono numerosi i laghetti e i corsi d’acqua, e non mancano piccoli edifici come il Padiglione delle Grazie, il Tempio dell’Amicizia ed altro ancora.

          

Peterhof

    Peterhof in qualit di una residenza di campagna fu fondato nel 1705 quando qui fu costruita una modesta casa in cui Pietro I alloggiava facendo il pendolare fra Kronstadt e Pietroburgo. Nel 1714 Pietro I prende la decisione di trasformare Peterhof in una residenza ufficiale fuori citta, e verso l'inizio del XX sec. qui sull'area di piu di mille ettari si formo un gigantesco complesso composto di undici parchi con piu di duecento fontane, decine di palazzine e padiglioni; i parchi erano adornati con centinaia di sculture, e gli interni degli edifici dei palazzi - con centinaia di quadri  e migliaia di opere d'arte decorativa e applicata.

 Durante la nostra passeggiata noi visitiamo due parchi residenziali pieni di fontane (Il Parco Superiore ed Il Parco Inglese) ed Il Palazzo Grande. Anche si puo combinare il giro dei parchi con la visita di uno stabile imperiale, ad esempio, Il Monplaisir oppure I Bagni Imperiali, anche essi sono molto degni d'interesse.

Non perdetevelo per nessun raggione!

 

            Cascata Grande e Palazzo Grande                                    Fontana "Adamo"      

                                                                           

   Fontane - scherzo  "Gli abeti"                                                               Cascata "Montagna di Scacchi"        

 Fontana romana                                                                   Laghetto nel parco inferiore (inglese)

Oranienbaum

    

 Il nome della tenuta si traduce come “albero delle arance” (in tedesco Orangen Baum). Proprio lì l'arquitetto italino Rinaldi creò la sua più romantica opera – il Palazzo Cinese. Si ritiene che il Palazzo Cinese sia quasi l’unico monumento di stile roccocò in Russia. Comunque il Palazzo è pieno di una certa grazia architettonica e si annovera fra i più ragguardevoli monumenti di cultura europea del ‘700.  

       Negli anni di guerra Oranienbaum evitò l’occupazione tedesca e fu danneggiato molto meno delle altre   residenze di campagna.  

 

  

Gatcina

è l’insieme di palazzi e parchi più meridionale nei dintorni di San Pietroburgo. La prima menzione conosciuta di Gatcina  (il suo nome iniziale era “Khotcino”) si riscontra nelle fonti scritte russe del 1499. Nel 1712 Pietro I  regalò queste terre a sua sorella, reuzza Natalia;  nel 1765 Caterina II fece ricomprare Gatcina dall’erario. Un anno dopo lei la regalò a Grigorij Orlov. Nel 1783, dopo la morte di Orlov, Caterina II fece riscattare Gatcina dall’erario e la regalò a suo figlio e erede, Pavel Petrovic’.   

Il Palazzo di Gatcina, costruito su progetto di Antonio Rinaldi in 1766-1781, i contemporanei paragonavano con castelli inglesi di Richmond e Hamptonshire. Quest’ era il più romantico palazzo nei sobborghi di Pietroburgo. Una particolare eleganza l’edificio acquisisce grazie alle mura rivestite di pietra calcarea – la cosiddetta “pietra di Pudost’.

  Secondo il progetto di Antonio Rinaldi a Gatcina fu sistemato un parco paesaggistico (Parco del Palazzo) di 170 ettari, col sistema di laghi e di stagni che occupavano la maggior parte del suo territorio.

                 Nel 1800 la ricostruzione dell’insieme di Gatcina fu proclamata fatta.     

                                 

Nota bene:

- L'ingresso gratuito per i bambini di meno di 5 anni.

 - I prezzi ridotti per gli scolari e studenti.

Gli scolari sono i bambini da 5 a 16 anni. Gli studenti sono i giovani da 16 a 25 anni che hanno il libretto universitario internazionale.

per i contatti:

Recent Photos